Brescia in gol
Ostilio Mobili pubblicita
Calcio femminile
LEONESSE, DIECI IN PAGELLA E SECONDO POSTO
Il Brescia sommerge di gol il Lesmo e riagguanta la piazza d'onore
Brescia. Pronto riscatto del Brescia Calcio Femminile dopo la sconfitta patita a Dovera la scorsa settimana: al “Paolo VI” di Urago Mella le Leonesse sommergono il Lesmo con dieci reti frutto di otto marcatrici diverse e un’autorete. Unica doppietta firmata da Fumagalli nel finale. Peccato per le tre reti incassate frutto di altrettante disattenzioni, ma oggi a parte un approccio poco determinato si è visto in campo un grande Brescia.
 

LA GARA – Mister Alessandro Oro ritrova Cogoli in porta anche se non al meglio per un virus che l’ha debilitata nella scorsa notte; davanti a lei nel pacchetto arretrato Inverardi, Brevi, Dolfini e Lazzari; cerniera di centrocampo formata da Guerini e Farina, batteria dei trequarti con Fumagalli, Pasquali e Massussi con Brayda punta avanzata. Arbitra il signor Aricò della sezione di Chiari.
Dopo un avvio poco determinato, la partita si accende al 9′  con il primo tiro verso lo specchio della porta da parte di Brayda, che però non riesce a dare angolo. Al 12′ alla prima occasione passano le ospiti: calcio di punizione da posizione laterale, cross in mezzo, buco della difesa che fa passare il pallone, ne nasce una mischia con Cogoli che salva prima sul palo ma poi non può nulla sul definitivo tap-in di De Macallè, che esulta togliendosi la maglia e rimediando il primo giallo della partita. Risponde il Brescia dopo due minuti con Massussi, che non riesce ad angolare la conclusione dall’interno dell’area di rigore. Al 15′ paura nell’area di rigore del Brescia: Cogoli si fa soffiare il pallone da De Macallè, Del Viscio appoggia a porta vuota ma Brevi è strepitosa e salva poco prima della linea. Lo spavento scuote le Leonesse, che iniziano a manovrare più velocemente: al 17′ Brayda si libera di un difensore e va al tiro dai 20 metri, pallone alto; un minuto dopo Pasquali, una delle più positive si accentra dalla destra e scarica per capitan Guerini che va al tiro di prima intenzione, ma Colombo è attenta e alza in corner. Al 21′ arriva il meritato pareggio: su un corner dalla sinistra battuto da Farina, Colombo manca l’intervento e Dolfini sul secondo palo colpisce il pallone con la schiena e insacca. Il gol mette le ali ai piedi del Brescia che al 26′ trova il vantaggio: fantastico il traversone di Brayda dalla destra e perfetto il timing di Massussi sul secondo palo che mette il pallone di testa sotto al sette. Al 32′ splendida transizione offensiva del Brescia che porta al tiro Pasquali dal limite, ma la conclusione è alta. Al 33′ doppia occasione per Pasquali: prima va al tiro di sinistro dopo uno slalom in mezzo alla difesa del Lesmo ma il pallone è a lato; poco dopo riceve il pallone da Brayda ma la conclusione non centra i pali. Al 39′ si fa rivedere il Lesmo: tiro dalla distanza di Romeo, ma Cogoli in bello stile respinge in tuffo.

 

Nella ripresa, il Brescia è subito determinato ad allargare la forbice: al 2′ ci prova Farina da buona posizione, ma il suo sinistro è a lato. Un minuto dopo arriva la rete numero 23 di Veronique Brayda, che riceve un assist al bacio di Fumagalli, salta un’avversaria e spara in porta. Il Lesmo di mister Garavaglia, vecchia conoscenza della Serie A femminile per il suo passato al Mozzanica, non c’è più e il Brescia affonda i colpi: al 13′ trova la gioia personale anche Sofia Pasquali che segna dopo il pasticcio della difesa del Lesmo su un cross di Guerini. Mister Oro a questo punto inizia con la girandola dei cambi: entrano Ferrari, Citaristi e Bocchi per Brayda, Pasquali e Farina, poi entreranno anche Magri e Belussi per Massussi e Dolfini. Al 29′ arriva il quinto gol, frutto di un’autorete da parte di Origgi, e nell’ultimo quarto d’ora succede di tutto. Al 31′ il Lesmo accorcia con Erica Sala che trova una traiettoria beffarda che scavalca Cogoli, ma al 34′ arriva il sesto gol delle Leonesse con Ferrari, che deve solo appoggiare in porta l’assist di Citaristi che aveva appena recuperato il pallone sul rinvio del portiere. Al 37′ c’è gloria anche per Magri, che si mette in proprio: scarta mezza squadra e va al tiro appena dentro l’area di rigore realizzando così il 7-2. Al 40′ segna anche Citaristi su calcio di punizione sporcato da una giocatrice avversaria, ma un minuto dopo una grossa disattenzione lascia campo libero a Del Viscio che batte Cogoli e porta il risultato sull’8-3. Ma non è finita, in un minuto (42′ e 43′) Fumagalli trova finalmente il gol dopo una partita davvero sopra le righe segnando la nona e decima rete di giornata. Finisce così con un punteggio sorprendente il testa-coda con il Lesmo e per il Brescia c’è anche la soddisfazione di aver agguantato nuovamente il secondo posto grazie alla sconfitta del 3Team: prossima settimana sul campo del Tabiago inizia il rush finale delle Leonesse per chiudere in bellezza questo campionato.

 

LE INTERVISTE – Mister Alessandro Oro è sicuramente soddisfatto soprattutto per le tante reti segnate: «Oggi siamo state più ciniche e concrete rispetto alle altre partite. Oggi abbiamo avuto tante occasioni e la maggior parte le abbiamo buttate dentro». Sulle tre reti incassate: «Il primo gol mi ha fatto arrabbiare perché eravamo ad inizio partita, e sui calci piazzati in settimana spingo sempre molto. All’intervallo l’ho detto alle ragazze sul perché dobbiamo sempre prendere uno schiaffo prima di svegliarci e iniziare a giocare come sappiamo. Infatti poi appena abbiamo cominciato a giocare palla velocemente e a manovrare come sappiamo, la differenza s’è vista». Le altre due reti concesse sono state frutto di poca concentrazione in un momento in cui il risultato non era più in discussione: «Sono peccati di gioventù, devono imparare e crescere dal punto di vista dell’attenzione, che deve essere massima dal primo all’ultimo minuto qualunque sia il risultato. Abbiamo commesso delle ingenuità. Mi dispiace». La cosa più positiva sicuramente è stata la reazione delle Leonesse dopo aver incassato il gol dello 0-1, da lì si è visto per 20-25 minuti un grande Brescia: «Avevamo tanta rabbia addosso per la sconfitta della scorsa settimana, e abbiamo preparato bene questa gara. Non c’è stata subito l’aggressività giusta, ma nel momento in cui siamo andate sotto le ragazze si sono sbloccate e si è vista una squadra aggressiva, corta e veloce». Riagguantata la seconda posizione in classifica ora si dà il via al rush finale di stagione e l’imperativo è spingere al massimo: «Sì, venerdì ho detto alle ragazze che ci aspettavano sette finali. La prima è andata bene, ora ne mancano sei, la prossima è a Tabiago e il destino è nelle nostre mani».

 

Capitan Chiara Guerini ha giocato una partita, come si dice in questi casi, “di lotta e di governo”: aggressiva, pressing alto, tanti palloni recuperati e impostazione di qualità. Anche dal punto di vista atletico si è visto un grande miglioramento: «Sto meglio, è vero, ho passato dei mesi complicati per qualche problema fisico che finalmente sono riuscita a risolvere. Spero di continuare così». La reazione dopo lo 0-1: «Diciamo che è un nostro piccolo difetto quello di non riuscire a partire col piglio giusto nei primi minuti. Dopo lo svantaggio ci siamo svegliate e abbiamo iniziato a giocare, ad impostare il nostro ritmo scambiandoci velocemente il pallone».

Lisa Citaristi è entrata nella ripresa e anche lei ha messo il suo nome nel tabellino delle marcatrici: «Poco prima mi sono divorata un gol a porta vuota, poi sulla punizione forse è stato il tiro più brutto della mia stagione però ogni tanto un po’ di fortuna anche a noi non guasta». Anche se col risultato già indirizzato, le Leonesse hanno continuato a spingere: «Chi entra dalla panchina deve dimostrare di avere voglia e giocare con la giusta voglia e foga e oggi posso dire che ci siamo riuscite in pieno».

 

 

 

                                                                BRESCIA-LESMO 10-3

 


Brescia Cogoli, Inverardi, Lazzari, Farina (23′ st Bocchi), Dolfini (32′ st Belussi), Brevi, Brayda (19′ st Ferrari), Pasquali (20′ st Citaristi), Fumagalli, Guerini, Massussi (27′ st Magri). (Cancarini, Zangari). Allenatore Oro
Lesmo Colombo (27′ st Carmeli), Campagnoli, Del Viscio, Carlo, Broggi, Da Macallè (1′ st Origgi), Sironi, Romeo, Sara Erica, Sala Francesca, Ciambrone. (Giustra). Allenatore Garavaglia
Arbitro Aricò (Chiari)
Reti pt 12′ Da Macallè, 21′ Dolfini, 26′ Massussi; st 3′ Brayda, 13′ Pasquali, 29′ Origgi autorete, 31′ Sala Erica, 34′ Ferrari, 37′ Magri, 40′ Ferrari, 41′ Del Viscio, 42′ Fumagalli, 43′ Fumagalli
Note Ammonite Da Macallè, Romeo, Bocchi

 

 

 

 

                                                         CLASSICA

 

 

autore Redazione il 11/03/2019 13:33:56
I commenti dei nostri lettori
Non ci sono commenti per la notizia, commenta!
Registrati o Accedi per lasciare il tuo commento.   
Nel nostro archivio: Calcio femminile
Calcio femminile» LEONESSE KO E SORPASSATE, ESONERATO ORO
autore: Redazione il 26/03/2019
Calcio femminile» LEONESSE ALL'ULTIMO RESPIRO
autore: Redazione il 18/03/2019
Calcio femminile» LEONESSE, DIECI IN PAGELLA E SECONDO POSTO
autore: Redazione il 11/03/2019
Calcio femminile» LEONESSE, MISSIONE COMPIUTA
autore: Redazione il 26/02/2019
Calcio femminile» LEONESSE, CON IL ROVATO E' RIVINCITA DERBY
autore: Redazione il 18/02/2019
00
00
00
00
38^: BRESCIA-BENEVENTO
CLASSIFICA
BRESCIA 67
Lecce 66
Benevento 60
Pescara 55
Hellas Verona 52
Cittadella 51
Spezia 51
Perugia 50
Cremonese 49
Cosenza 46
Ascoli 43
Crotone 43
Livorno 39
Salernitana 38
Venezia 38
Foggia 37
Padova 31
Carpi 29
Palermo 0
SONDAGGIO
IL BRESCIA E' IN SERIE A!!! A CHI VA IL MERITO MAGGIORE?
1) Al presidente Cellino e alla società
2) Ad Eugenio Corini e il suo staff
3) Ai giocatori
Risp. 1:   60,17 %
Risp. 2:   31,45 %
Risp. 3:   8,39 %
instagramfacebook
Sei il visitatore n°:
Sono attualmente online:
9 utenti
BresciaInGol.com - redazione.bresciaingol@hotmail.com  Direttore Responsabile: Fabrizio Zanolini
Collaboratori:Angela Scaramuzza, Alessandro Zanolini (tecnico-grafico)
Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilitá di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune immagini pubblicate sono tratte da internet: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi agli autori del sito che provvederanno alla loro pronta rimozione.

Edizioni Bresciaingol.com s.a.s. - email. redazione.bresciaingol@hotmail.com    P.iva e cod. fisc. 03391820986 - C.C.I.A.A. n°530263 - Registro Tribunale di Brescia n°58183

2011 © - All rights reserved | powered by dgb-develop.it