Brescia in gol
Ostilio Mobili pubblicita
Interviste
CORINI: 'RITROVARE IL RISULTATO E' IL PRIMO PRESUPPOSTO'
'Mi incontrerò con Cellino per parlare del possibile rinnovo del contratto... Una proposta che mi ha sorpreso'

Brescia. Lo avevemo lasciato il 2 di novembre alla vigilia di Verona-Brescia, lo ritroviamo a distanza di poco più di un mese a presentare l’ennesima sfida di campionato. Un’altra trasferta da affrontare per le Rondinelle, ma stavolta si va in direzione Emilia. Sulla panchina del Brescia riecco Eugenio Corini. JUna settimana di lavoro per il tecnico bresciano che martedì ha ritrovato i suoi ragazzi. “ E’ stato come riannodare un filo, un filo che non si è mai spezzato questa è stata la mia sensazione… e questo credo sia già un buon aspetto. In questo momento la squadra ha bisogno di serenità, ma allo stesso tempo domani voglio vedere in campo un gruppo di giocatori incazzati per quello che stanno vivendo, dobbiamo trovare tutti insieme la dignità del combattimento”.

 

Il lavoro settimanale. “Ho cercato di ritrovare certi automatismi, fisicamente la squadra l’ho trovata a posto, ho voluto lavorare esclusivamente su aspetti tattici e mentali”.

 

Si prosegue con il 4-3-1-2, ma con possibili variabili. “L’atteggiamento e lo spirito che si mette in campo è sempre importante, ma bisogna anche avere un modulo base sul quale lavorare e migliorare. Ed è quello che abbiamo fatto in settimana utilizzando anche altre variabili che ci possono essere utili a partita in corso”.

 

La mentalità vincente forgiata in serie B bisogna riproporla nella massima serie.” E’ la nostra idea di calcio, un calcio non speculativo che ha dei rischi, come quello di prendere gol, ma poi devi avere la forza di farlo sempre anche tu…”

 

Le uniche vittorie del Brescia si sono materializzate fuori casa. “Speriamo che la tradizione continui visto che domani si gioca a Ferrara… Credo non sia mai facile vincere lontano da casa. Veniamo da una serie lunga di sconfitte e dunque bisogna per forza ritrovare la vittoria o almeno muovere la classifca. Il nostro primo presupposto è quello di ritrovare il risultato".

 

Cellino e la proposta di un prolungamento di contratto. “Mi ha sorpreso, è un attestato di fiducia anche se non ce n’era bisogno. Ho accettato la proposta del presidente e ci incontreremo per parlarne“.

 

La lista dei convocati si allunga a 23 elementi. “Con Cellino ci siamo accordati anche su questo punto…”.


 

LINK PER LA CONFERENZA INTEGRALE: https://youtu.be/ZUMh_dQ_n0I

autore Redazione il 07/12/2019 15:03:18
I commenti dei nostri lettori
Commento di hovistobrotto del 08/12/2019 17:11:59
grande vittoria, grande Corini, grandi ragazzi. Avete visto che a seguire i ''consigli'' del Vero Esperto si vince? ahahahahahahahahaahah
Commento di lucio del 08/12/2019 10:17:19
Bah…: secondo me quando si scrive su un sito internet, che è aperto a tutti, si dovrebbe sempre contenere il linguaggio entro un certo limite. Lo dico prima di tutto a me stesso, sia chiaro. Spesso mi sono chiesto se mi sia capitato di essere andato sopra le righe nei miei interventi; per esempio, quando ho criticato Balotelli per certi atteggiamenti. Parlo come uno che ha più di 30 anni di abbonamento alle spalle e che allo stadio non manca di “smoccolare” e mandare “a quel paese” quando serve. Non ho però nostalgia degli anni nei quali giocatori propri e dell’altra squadra o i tifosi avversari arrivavano a Brescia e venivano accolti con spranghe e sassate. Li ricordo come tempi brutti, che ci hanno danneggiato oltremodo, facendo sì che giocatori di talento scappassero o non accettassero Brescia. Tanto più che la violenza non ci ha mai davvero aiutati: nel 1981 retrocedemmo, così come nel 1987, nel 1993, nel 1995, nel 1998 o nel 2005. Senza dimenticare che i tifosi rappresentano se stessi, come tifosi che tifano il Brescia…, non Brescia in sé. Pensiamo piuttosto alla partita di oggi e a quelle che verranno, sostenendo giocatori e allenatore, nella speranza che possano riproporre il calcio che sanno e che si torni da Ferrara con almeno un punto se non tre (meglio). Corini allena i suoi giocatori con scrupolo anche dal lato fisico (come dimostrato l’anno scorso). Senza dimenticare che il calcio è un gioco e come tale dovrebbe essere sempre accolto. Lo dice uno per il quale il Brescia è l’UNICA squadra della vita (assieme all’Italia, ovviamente), che è tifoso accanito e che non ha mollato l’abbonamento nemmeno quando sapeva che non avrebbe avuto modo di vedere molte partite per ragioni di lavoro. Poi, ognuno resta della sua opinione e si comporta/scrive come meglio gli pare. Buona domenica.
Commento di Maverik del 08/12/2019 01:50:38
@caro Lucio , di maleducati e cafoni ci sono solo gli undici che sono scesi in campo in questi ultimi due mesi , rimediando figure di merda in ogni dove , ma soprattutto al Rigamonti . Ci vuole rispetto per i tifosi , soprattutto per i fedelissimi che vanno anche in trasferta . Nel mondo del lavoro reale sarebbero gia’ stati licenziati da tempo . Ma nel calcio purtroppo approfittano della situazione che li protegge . Nostalgia di altri tempi , in cui dopo un 3/0 in casa contro i bergamini nel derby , non sarebbero usciti dal Rigamonti . Oggi tutto e’ consentito , e di fatto siamo ultimissimi in classifica , in sostanza gia’ retrocessi , salvo miracoli , di cui il primo dovrebbe compiersi domani a Ferrara . Andiamo in trasferta a rappresentare BRESCIA e noi stessi , quelli che indossano la nostra maglia sono di passaggio , ce ne dimenticheremo presto , soprattutto in caso di retrocessione . Tutti a Ferrara .(ultima chiamata )
Commento di Brixiandy del 08/12/2019 00:35:55
È sempre un piacere per me ascoltare Corini, mai banale. A mio avviso molti capiscono di calcio, Cellino ne capisce ancor più, Corini capisce di calcio ma conosce il suo mestiere ancor più, con tutte le sue dinamiche specifiche che conoscono gli addetti ai lavori, tutte le sue sfaccettature, tutta una serie di particolari che, ovviamente con le cose più immediate, basilari e macroscopiche da considerare, fanno la differenza. La sua conoscenza di calcio è più completa perché lo conosce anche da uomo di campo e di spogliatoio. È stato capitano e bandiera in diverse realtà calcistiche che regalarono spettacolo, Chievo e Palermo su tutte. Ancor prima, nella Torino bianconera, conobbe la realtà calcistica che più di tutte ha vinto in Italia. Ex calciatore di centrocampo, zona nevralgica, zona fulcro dove contano fosforo e muscoli più che nelle altre zone. Spesso un presidente non conosce certi aspetti calcistici, non perché non ne abbia le facoltà per comprenderle, ovvio, ma semplicemente perché nella sua vita non è stato calciatore ma imprenditore pertanto con migliaia di altri aspetti di cui occuparsi e con ancor più responsabilità sulle spalle. Ad esempio ecco il perché ha detto di ritenere eccessivo aprire duri processi inquisitori per un cambio non condiviso (uso le mie parole ma il senso era questo); tale atteggiamento è riduttivo, superficiale e sminuisce tutto un insieme più complesso. Ovvio, Corini non è l’unico con certe caratteristiche, ci sono tanti allenatori come lui e più bravi, ma è un allenatore giovane che può ancora crescere e migliorare tantissimo, ha un futuro roseo davanti a sé e, con sacrificio, potrebbe diventare uno dei migliori 7 (forse anche meno) allenatori italiani. Ovviamente escludendo il caso che lo porti a non aver altre scelte (situazione che però dovrebbe essere riconosciuta con la massima onestà intellettuale di cui disponga), spero che il presidente valuti molto ma “mooolto” attentamente la realtà, prima di privarsi definitivamente del suo attuale allenatore. Se il Brescia manterrà la categoria, con Corini si potrà davvero provare a lavorare insieme per un progetto ambizioso a lungo termine che vada oltre una salvezza, ma per questi discorsi c’è eventualmente tempo. Ora c’è da correre forte, anzi, fulminare per riguadagnare il terreno perso, nelle teste di tutti deve esserci solo il presente, solo ed esclusivamente la S.P.A.L. IBU Insieme Brescia Unito. Forza Brescia!
Commento di manne del 07/12/2019 20:36:17
magari attaccano te @cerebroleso a 90° sai che divertimento avresti...GNORANTU'
Commento di lucio del 07/12/2019 19:28:40
Meglio un allenatore pacato che gente cafona e maleducata: questo il mio pensiero e parlo per me, senza utilizzare il plural maiestatis.
Commento di Maverik del 07/12/2019 16:43:27
Attaccali alla 380 ‘ . Vogliamo vincere , basta umiliazioni .
Commento di ALEBRIXIA del 07/12/2019 16:33:57
'' ... RITROVARE IL RISULTATO E' IL PRIMO PRESUPPOSTO '' a su questo punto nessun dubbio, non potrà sempre piovere solo su di noi .. domani partita della possibile svolta che vale almeno triplo .. ora o mai più, ADESS ADOSS !!!
Registrati o Accedi per lasciare il tuo commento.   
Nel nostro archivio: Interviste
Interviste» MISTER LOPEZ: 'DEL BRESCIA CHE VERRA' PARLIAMONE DA DOPO LA SAMP'
autore: Redazione il 01/08/2020
Interviste» L'ULTIMA VOLTA DI GASTALDELLO: 'CHE EMOZIONE CHIUDERE IL CERCHIO CON LA SAMP'
autore: Redazione il 31/07/2020
Interviste» LOPEZ: 'C'E' UNA MAGLIA DA RISPETTARE'
autore: Redazione il 29/07/2020
Interviste» PERINETTI: 'RIPARTIAMO PER TORNARE IN A'
autore: Redazione il 28/07/2020
Interviste» MISTER LOPEZ: 'SIAMO STATI SQUADRA'
autore: Redazione il 26/07/2020
00
00
00
00
RADUNO 2020-2021
CLASSIFICA
Juventus 83
Inter 82
Atalanta 78
Lazio 78
Roma 70
Milan 66
Napoli 62
Sassuolo 51
Fiorentina 49
Hellas Verona 49
Parma 49
Bologna 47
Cagliari 45
Udinese 45
Sampdoria 42
Torino 40
Genoa 39
Lecce 35
BRESCIA 25
Spal 20
SONDAGGIO
instagramfacebook
Sei il visitatore n°:
Sono attualmente online:
47 utenti
BresciaInGol.com - redazione.bresciaingol@hotmail.com  Direttore Responsabile: Fabrizio Zanolini
Collaboratori:Angela Scaramuzza, Alessandro Zanolini (tecnico-grafico)
Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilitá di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune immagini pubblicate sono tratte da internet: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi agli autori del sito che provvederanno alla loro pronta rimozione.

Edizioni Bresciaingol.com s.a.s. - email. redazione.bresciaingol@hotmail.com    P.iva e cod. fisc. 03391820986 - C.C.I.A.A. n°530263 - Registro Tribunale di Brescia n°58183

2011 © - All rights reserved | powered by dgb-develop.it