Brescia in gol
Ostilio Mobili Doppiozan00
News
BLACK OUT CHE FA RIMA CON PLAY OUT
Un brutto Brescia passa comunque in vantaggio con il quinto centro nelle ultime quattro di Ayé ma si fa sorpassare nelle ripresa dalla doppietta in 6' di Ciofani. Di mezzo, l'ennesima svista arbitrale e le paratone di Joronen per una sconfitta meritata

Brescia. Un brutto Brescia perde in un brutto momento per una brutta classifica. Si riassume così la sconfitta casalinga delle rondinelle che, in 6' minuti (dal 53' al 59'), passano dal Paradiso all'Inferno nel derby lombardo con la Cremonese. Un brutto Brescia dicevamo, perchè gli uomini di Clotet offrono una prestazione scialba, di poca personalità (quello impostato è un match attendista e non sappiamo, visto il perdurare del silenzio stampa, se voluto o costretto da avversari decisamente più in palla) e pure di poca reazione, se non quella prettamente nervosa, dopo essere stati sorpasssati dai grigiorossi. E alla fine, conti solo una parata e mezza di Carnesecchi contro le almeno quattro paratone di Joronen che poi nulla può sui gol. L'undici scelto è, come da previsioni, lo stesso che ha vinto col Chievo con la sola sorpresa di Skrabb al posto di Jagiello. Ed è proprio il finlandese, fin lì quasi ignorato dal giro palla dei compagni, ad innescare con un perfetto taglio in area Donnarumma che serve ad Ayé l'assist di platino per il suo settimo sigillo personale (quinto nelle ultime quattro) che vale l'1-0. Un lampo nel buio, dato che fin lì gioco ed occasioni gol erano state per Bisoli e compagni pressoché nulle. Così, l'ultimo quarto d'ora della prima frazione ci vede migliori (non ci voleva molto...) e l'inizio ripresa incoraggia con lo spunto di Skrabb in area che impegna l'estremo grigiorosso. Ma la paglia finisce, così come il fuoco. Perchè per vedere un'altra conclusione nello specchio si va al 75' (destro centrale di Donnarumma) e poi all'82' con il colpo di testa di Ragusa, ma sull'esterno palo/rete. Peccato di mezzo ci sia l'uno-due della Cremo firmato da Ciofani: prima il rigore (ingenuo Pajac a calciare il suo piede e non la palla) e poi lo stacco imperioso ad incrociare per il sorpasso. Tra i due episodi, un'altra bruttura arbitrale (ma dove le pescano queste terne?) con il guardalinee sotto la Tribuna a fermare per offside Donnarumma lanciato a rete da un corto passaggio di Fiordaliso che l'aveva rimesso in gioco senza che l'arbitro, decisamente più vicino di lui, intervenisse per cancellare l'incredibile ennesima svista al Rigamonti. Risultato: rosso per Clotet inviperito con l'assistente e possibile gol - o secondo giallo al già ammonito Fiordaliso  (dopo l'errore, ha preso per la maglia Donnarumma) evaporati. Altro rospo da ingoiare, ma non sufficiente a giustificare il flop biancoblu. In un momento ritornato brutto e delicato sottolineato anche dalla presenza del presidente Cellino a bordo campo nella mezz'ora finale, comparso all'improvviso non troppo lontano dalla nostra panchina e messosi a sedere su una sedia lì vicino. Segnali di una situazione che, la classifica tornata brutta come mai (quint'ultimi con Cremonese e Reggina che deve ancora giocare), ci certifica per la prima volta in zona play out. Per brutti, brutti pensieri.

 

 

                             BRESCIA-CREMONESE  1-2
 
 

BRESCIA (4-3-1-2) Joronen; Mateju (78' Karacic), Chancellor, Mangraviti, Pajac (78' Martella); Bisoli, Labojko (64' Jagiello), Bjarnason; Skrabb (64' Ragusa); Ayè, Donnarumma (82' Fridjonsson). All. Clotet (A disp. Kotnik, Papetti, Van de Looi, Ghezzi)

-----------------------

CREMONESE (4-2-3-1) Carnesecchi; Zortea, Fiordaliso, Bianchetti, Valeri; Castagnetti, Bartolomei (30' Gustafson); Valzania, Gaetano (64' Buonaiuto), Baez (83' Celar); Ciofani. All. Pecchia (A disp. Alfonso, Volpe, Colombo, Deli, Ceravolo, Nardi, Ghisolfi, Pinato)

-----------------------

Arbitro: Santoro di Messina.

-----------------------

RETI: 28' Ayé; 53' Ciofani (r), 59 ' Ciofani.

Note: Pomeriggio non troppo freddo con 12 gradi al fischio d'inizio..Match a porte chiuse. Ammoniti Fiordaliso, Castagnetti, Valzania. Angoli 2-8 Recupero 3' e 5'

 

 

 

                                  IL FILM DEL MATCH

95' E' FINITA!!! Il Brescia subisce la remuntada della Cremonese che in 6' nella ripresa riprende e sorpassa le rondinelle, avanti nel primo tempo per il gol di Ayé, con la doppietta di Ciofani.  Un 1-2 per il Brescia da passi indietro e da classifica che ora, con questa sconfitta, fa paura...

 

91' CREMONESE Ripartenza 4vs3, Valeri dal fondo sinistro la mette troppo forte al centro per Celar che non aggancia!

90' 5 MINUTI di recupero...

 

83' BRESCIA Fridjonson per Donnarumma: quinto ed ultimo cambio per i mostri. Alfredo esce scuotendo la testa...
82' BRESCIA Ragusa di testa sul palo lungo, palla sull'esterno del palo!
81' CREMONESE Ancora Joronen, ancora su Baetz in area!
80' CREMONESE Botta da fuori di Baetz, Joronen si supera in volo!

79' CREMONESE Vaklzania dal limite, rasoterra che Joronen mette bene in angolo!

 

78' BRESCIA Altro 'doppio' per il Brescia: fuori i due esterni Mateju e Pajac, dentro gli altri due Karacic e Martella. Si resta con il 4-3-3 precedente agli altri cambi.
75' BRESCIA Bjarnason, lancio centrale per Ayé che fa una grande sponda di testa per il destro di prima di Alfredo dai 15 metri, troppo centrale, Carnesecchi assorbe!
73' BRESCIA Bella palla di Jagiello per Ragusa sulla destra con Nino che tocca bene in area sul fondo per Mateju che la mette bene bassa Gustafson sfiora l'autogol mandando palla sull'esterno rete!
72' BRESCIA Ragusa anticipa Castagnetti che lo colpisce secco: giallo!
68' CREMONESE Giallo a Valzania!
64' CREMONESE Dentro Buonaiuto per Gaetano
64' BRESCIA Doppio cambio Brescia: Jagiello e Ragusa per Labojko e Skrabb.

59' CREMONESE GOL Baetz sul palo lungo, stacca CIOFANI con Mateju che non prova neppure lo stacco, palla nell'angolo con Joronen che può solo guardare la traiettoria vincente! 1-2! Sorpassati...

 

55' BRESCIA Lancio per Donnarumma che è oltre tutti, sbaglia lo stop Fiordaliso che tocca corto per un compagno e rimette in gioco Donnarumma che s'invola solo verso la porta, si alza incredibilmente la bandierina dell'assistente davanti alla nostra panchina che protesta! Espulso mister Clotet! Incredibile...

 

 

53' CREMONESE GOL Il destro di CIOFANI dal dischetto è centrale, Joronen s'è buttato a destra... 1-1! Ripresi...

 

52' CREMONESE RIGORE per gli ospiti! Pajac calcia il piede di Ciofani che sposta con la punta la palla all'ultimo...

 

49' CREMONESE Fiordaliso duro da dietro su Donnarumma a metacampo, giallo!

47' BRESCIA Bello spunto di Skrabb sulla destra che s'infila in area, salta un uomo e spara il destro (non il suo piede...), a terra Carnesecchi che non trattiene, libera la difesa!

 

46' RIPARTITI...
45' FINISCE QUI la prima frazione di gioco: Brescia avanti 1-0 per il quinto gol (settimo totale) di Ayé nelle ultime quattro gare. Cremonese più manovriera, ma poco concreta.
45' BRESCIA Skrabb sul fondo bene in scivolata la mette col sinistro, Ayé in anticipo sul primo palo la gira di testa, anche in questo caso la palla sfila ma non esce, dalla parte opposta Bisoli la tiene in campo e tocca in area per Donnarumma che fa tunnel e Castagnetti ma viene fermato per un fallo molto dubbio...
45' CREMONESE Dall'angolo, stacca Ciofani sul primo palo ma la palla sfila...
45' BRESCIA Bravo Mangraviti ad arpionare un taglio in area pericoloso
45' 3 MINUTI di recupero...
44' CREMONESE Da una punizione dalla sinistra, palla dentro, Bianchetti prova il destro, murato in angolo, il sesto..
42' CREMONESE Chancellor chiude un cross in angolo, il quinto per i grigiorossi...
38' BRESCIA Ayè taglia in area per Bjarnason che insacca sul primo palo d'esterno, ma la bandierina s'era alzata. Fuorigioco...
31' BRESCIA Primo angolo anche per i nostri...
30' CREMONESE Bartolomei non ce la fa: dentro Gustafson. Primo cambio, obbligato, per Pecchia.

28' BRESCIA GOOOOOOOOOLLLLLLLLLLLL AYEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE' Chancellor verticale rasoterra per Skrabb che taglia, sempre verticalmente per Donnarumma in area che scatta sul filo dell'offside e tocca al centro per Florian che tutto solo insacca! 1-0! Prima azione palla a terra e abbiam fatto centro!

 

 

 

 

24' CREMONESE Mateju di testa in angolo, il terzo per la Cremonese...

19' CREMONESE Bartolomei crolla a terra da solo nella sua area, probabile distorsione alla caviglia. Bjarnason mette palla fuori invece di crossare...

 

17' BRESCIA Bjarnason, bel lancio per Donnarumma in area, Alfredo in zona tiro, ma la bandierina si alza... Offside...
14' CREMONESE Bisoli si fa anticipare da Valeri che parte verso la nostra metacampoo e, sui 18 metri lascia partire un siluro che Joronen devia sul palo! Palla in angolo, il secondo per gli ospiti...
5' BRESCIA Bella ripartenza di Donnarumma che cambia poi campo per Bisoli che la tiene bene e poi ritrova Alfredo sul limite che la tocca per Bjarnason centrale che spara il destro, largo!
4' CREMONESE Valeri brucia Chancellor sul fondo e la tocca corta all'indietro per Gaetano che la cicca da dentro l'area piccola! Brivido...

1' PARTITI...

0' Tutto pronto al Rigamonti per questo Brescia-Cremonese, 24^ giornata in serie B. Rondinelle nella classica divisa bluette con V bianca, Cremonese in completo grigio-rosso con maglia a righe.

 

 A SEGUIRE LE NOSTRE IMMAGINI ESCLUSIVE!

autore Fabrizio Zanolini il 20/02/2021 21:54:28
I commenti dei nostri lettori
Commento di Rolfo del 24/02/2021 11:17:57
Lo scoop vero sarebbe vedere qualcuno fare un commento su una vicenda riguardante la nostra squadra e non commentare solo quello che scrive Maverik, che peraltro magari a volte va sopra le righe ma mi sembra usare sarcasmo e ironia meglio di tanti mia modesta opinione senza offesa ne...
Commento di hovistobrotto del 23/02/2021 22:37:20
SCOOP ! Mario è riuscito a scrivere un commento tra l'ironico e il sarcastico.... o almeno spero
Commento di Rolfo del 23/02/2021 19:57:29
Astolfo hai ragione non avevamo ambizioni mi riferivo al lavoro svolto in quel periodo ed era il massimo che si poteva ottenere e chiedere, purtroppo per noi a parte l’anno della promozione le scoppole sono continuate non mi sembra un periodo migliore è la sorte che ci tocca risorgeremo dai forza Brescia
Commento di Astolfo38 del 23/02/2021 17:56:10
Ok rolfo ho sbagliato, con sagramola e bonometti il Brescia non è retrocesso in lega pro e si è salvato, resta il fatto che se fossero rimasti saremmo ancora qui a a valorizzare i giovani delle altre squadre e a prendere batoste tipo le 6 canne di Cagliari, in attesa di un mecenate che arrivi a salvarci
Commento di Brixiandy del 22/02/2021 22:30:04
Rolfo sì, effettivamente quando 20 gg. fa, anche la Curva Nord, decise di manifestare il proprio legittimo dissenso presidiando l’area sottostante la sede societaria, ho potuto prendere atto, finalmente, della presa di coscienza del pubblico bresciano sul reale stato delle cose. Spesso si dice, meglio tardi che mai. Forza Brescia!
Commento di Maverik del 22/02/2021 21:44:04
Dai che arriva Tomasino , il Parma giocava per l’Europa prima di fallire , noi giochiamo ( si fa per dire ) per non retrocedere in C . Ricordiamoci che fu lui a salvarci nel 2015 , con il fallimento del Parma , ne Sagramola , ne Bonometti , ne’ Cellino . Direttore sportivo Leonardi , uno che se ne intende di calcio . Da Carpenedolo con furore , REVENGE !
Commento di Rolfo del 22/02/2021 21:05:47
Redazione una domanda, notizie se possibile su Cristiano Tognoli? Sarà un caso ma dopo l’aggressione del dirigente durante BS Chievo si sono perse le traccia grazie
Commento di Pirlosupernova del 22/02/2021 19:26:55
@redazione: sono vere le voci che danno per avanzata la trattiva per la cessione al sig. Tommasi Ghirardi?
Commento di Rolfo del 22/02/2021 19:02:12
Astolfo, siccome è già la terza volta se non sbaglio che leggo che il Brescia è retrocesso con Sagramola e Bonometti te lo ripeto senza arroganza ma solo per spirito di cronaca , il Brescia è retrocesso per 6 punti di penalizzazione praticamente fallito commissariato da Ragazzoni, Sagramola lo rilevò con la finanziaria Profida e grazie ad una abile mediazione e all’intervento di garanzia di Bonometti ci salvarono dal fallimento , poi magistralmente mantenendo la categoria ridussero di un terzo i debiti e furono determinanti alla luce della serietà dimostrata oltre che ai requisiti storici sportivi per il successivo ripescaggio, questo ci tengo ancora una volta a dirlo perché la favola che Cellino che ci ha salvato dal fallimento gira ancora purtroppo, detto questo però è il tempo di dire basta senza se e ma e indugi a questa situazione vergognosa sabato è andato in onda con quel teatrino l’ultimo atto di una serie infinita si sta ridicolizzando una città anche le istituzioni anche dopo l’attacco ai giornali cominciano a spazientirsi bisogna pur decidersi e ricredersi senza remore se serve e dare un segnale univoco da che parte stare una tifoseria spaccata pro e contro sarebbe altrettanto deleteria di quanto già non fa l’uomo al comando comunque Brixia fidelis semper
Commento di lucio del 22/02/2021 18:00:08
@Astolfo38, c'è però una cosa su cui non siamo d'accordo, temo. Per me il fallimento del Brescia nato nel 1911 sarebbe la fine di tutto. L'ho scritto più volte: si tratta della squadra di mio nonno, di mio padre e mia. Morto il Brescia morirebbero anche ricordi e passioni. E' per questo che spero sempre nella chimera più irraggiungibile: che un gruppo di imprenditori si coalizzi, prenda la società, la dia in mano a un AD abile e faccia di tutto per guadagnarci. Che vorrebbe dire: Serie A, buone squadre, ottimo settore giovanile. Cose che con australiani, Pasini e Ghirardi non vedremmo nemmeno dipinte. Anche se ha ragione chi ha scritto che si tratta di voci vecchie e senza particolare fondamento. Per capirci, Ghirardi è inibito.......
Commento di Astolfo38 del 22/02/2021 17:19:40
Lucio su questo sono d'accordo piuttosto che vivacchiare come facevamo con bonometti e sagramola (ricordiamoci la retrocessione in serie c) preferisco ripartire dalla d con un appassionato del Brescia da dovunque arrivi
Commento di bachiniwasthebest del 22/02/2021 15:16:09
Forza Cellino e solidarietà all'assessore e al sindaco di Torbole Casaglia, in questo paese, non puoi far nulla, e lo scrive uno che la lega e salvini, non li può sopportare.
Commento di bachiniwasthebest del 22/02/2021 15:10:06
Come pensavo, l'oggetto dell'indagine è relativa al centro sportivo di torbole a seguito di esposto da parte del comitato del no, ovvero la giunta comunale uscente, infatti sotto indagine ci sono anche l'assessore e il sindaco per turbata libertà degli incanti, notare che il tar si è gia espresso due volte sulla vicenda, dando ragione al comune.
Commento di Golem del 22/02/2021 13:13:03
Mi piace molto la riflessione di Brixiandy sulla tragedia greca e Cellino. Perché adesso Cellino appare proprio così, un “Deus ex machina” che scende giù e che risolve la situazione. O anche un “sig. Wolf” che risolve problemi... solo che purtroppo per noi lui qui non risolve un bel niente, anzi, provoca disastri a catena in una maniera assolutamente disastrosa! Lui è il Caligola del calcio italiano. Anzi, lui è Nerone che sale sul palco e che suona mentre Roma brucia (o Brescia, fate voi).
Commento di Rolfo del 22/02/2021 12:41:05
Tuttosport scrive di Cellino ai titoli di coda pronto a cedere la società ci sarebbe la fila....una serie di balle prese da articoli passati manca solo Manenti e il pakistano tra i pretendenti, forse la fila ci sarà quando non costerà nulla forse.....vedremo
Commento di lucio del 22/02/2021 12:06:04
Come da molti auspicato, voci dicono che si stia andando verso la cessione del Brescia. Tre i pretendenti (veri, presunti, plausibili, auspicabili?). I primi potrebbero essere gli australiani: per me una frottola colossale; e comunque sarebbero interessati a rifare lo stadio, cosa che rende l’acquisto improbabile, vista la complessa partita politica che ne deriverebbe. L’ultimo sarebbe Pasini, ma non vorrebbe lasciare la sua squadra: meglio dico io, visto che Feralpi Brescia proprio non si può vedere. Resterebbe Ghirardi, sempre che la condanna a 5 anni di inibizione glielo permetta. Se fosse, secondo me andrebbe così: l’acquisto verrebbe fatto con i soldi delle banche; la società si indebiterebbe ulteriormente; in 5 anni il Brescia sarebbe fallito. L’estrema alternativa è restare ancora con Cellino, con tutto quanto ne consegue….
Commento di Rolfo del 22/02/2021 11:21:33
Situazione irreversibile, irrimediabilmente compromessa a livello societario c’è solo da sperare nel breve termine di avere fortuna e la voglia dei giocatori di fare qualche risultato per condurci alla permanenza della categoria ma la mia è più una speranza che convinzione, ma il prossimo futuro non ci sarà senza un cambio al timone della società non fatevi nessuna illusione se non andiamo in C quest anno il prossimo sarà uguale al netto di variabili di vicende extra calcio che potrebbero far precipitare ancor più una situazione già deficitaria non vedo nessuna luce in fondo al tunnel
Commento di oldstylebrescia del 22/02/2021 10:34:58
regola matematica: cambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambia. ovvero: fate allenare questa squadra da chi volete, ma rimarrà sempre una pessima squadra.
Commento di Gatto#68 del 21/02/2021 23:56:02
Ragazzi(giocatori),so che questi messaggi probabilmente non li leggerete, ma se si guardatevi la partita Benevento Roma e alla fine guardate come escono dal campo i giocatori del Benevento, qualcuno di loro ha avuto un crollo emotivo per l'intensità della partita e di come l'hanno affrontata,in poche parole dei Leoni con un attaccamento alla maglia fuori dal comune come lo sono anche i veri tifosi del resto,soprattutto quelli che seguono sempre la squadra sia in casa che fuori(non sono uno di quelli),,immedesimatevi in loro perché il professionismo ve lo chiede ma soprattutto la gente ve lo chiede,e così che si raggiungono i risultati al di la del vostro effettivo valore,della società in cui lavorate e anche delle difficoltà che il presidente mette in campo.Sono anche convinto che nelle società sane i giocatori assimilano il carattere dell'allenatore e se ne cambi 8/10 in due anni...............!!!
Commento di Maverik del 21/02/2021 23:12:34
Cellino non vende il Club , glielo vendono , all’asta . E’ una cosa diversa .
Commento di Gatto#68 del 21/02/2021 23:08:37
Perché non abbiamo un presidente normale come ce l'ha il Lecce,perchèèèèèèèèèè 😫
Commento di Gatto#68 del 21/02/2021 23:00:29
Grazie Genio per l'aiuto 😢
Commento di manne del 21/02/2021 22:50:01
@cazzuolatore-elvetico, bef dè meno.... Quando rientri in te, se mai ce la farai, capisci o no di farti i cazzi tuoi? -12 per me e meno Ceres per te. Prosit
Commento di Gatto#68 del 21/02/2021 22:21:08
Mi dispiace ma anche Bisoli inguardabile,tutto un'altro giocatore rispetto a 3/4 anni fa,confuso,approssimativo, mai con la testa alta,solo impegno e basta.
Commento di Brescialugano del 21/02/2021 21:33:41
manne bambo ... meno quanto ? Bambo
Commento di lucio del 21/02/2021 19:14:22
La squadra è in rottura prolungata…, ed è assolutamente evidente. Che il responsabile sia Cellino, anche. Giusto qualche anno (2017) fa avevo fatto presente come Cellino fosse questo; con l’aggravante che con gli anni si tendono a peggiorare difetti già noti. Per me non vi è nulla di nuovo. Solo una cosa, giusto perché se tifosi siamo, non dovremmo falsificare il passato. Quando è arrivato Cellino la società e la squadra non stavano vivendo un periodo d’oro, o sbaglio? Rose fatte con prestiti, salvezze risicate, condizioni generali anche peggiori. Detto questo: se il Brescia retrocede in C e se le cose a livello giudiziario dovessero andare davvero male, Cellino vende il club. A chi? Attendo notizie.
Commento di Maverik del 21/02/2021 18:24:57
La Reggina ha vinto,. Oggi come oggi faremmo lo spareggio play out contro il Cosenza di Tremolada . Ottima performance .
Commento di Rolfo del 21/02/2021 18:22:42
Brixiandy, come già scritto sei di un altro pianeta, concordo in tutto quel che scrivi, ma ormai è un pensiero comune a quasi tutta la tifoseria a parte qualcuno che ancora ostinatamente continua a difenderlo negando anche l’evidenza, a costoro vorrei far notare una parola che hai scritto che mi ha colpito più di tutte “DELIRIO” che sintetizza al meglio le gesta di un uomo che sembra più trovare nemmeno un barlume di realtà se non la sua in un mondo tutto suo e solo suo
Commento di Astolfo38 del 21/02/2021 17:55:51
Ho guardato le squadre che compongono il girone b della lega pro, se retrocediamo sono cavoli amari
Commento di bachiniwasthebest del 21/02/2021 17:50:34
@rolfo, esatto bastava vendere sabelli e torregrossa ad agosto, e prendere forte e un terzino destro, e non cambiare mille allenatori, guarda anche ricominciare con lopez, ed ora eravamo a lottare per i playoff.
Commento di Brixiandy del 21/02/2021 13:01:19
Siamo ostaggi di colpi di testa, di perenne instabilità, della teatralità di una personalità disforica. Alla fine ce l’ha fatta. È riuscito a svolgere il ruolo di allenatore anche sul terreno di gioco. È sceso in campo, e dopo la girandola di mister, ha deciso di fare una girandola di sostituzioni per smuovere qualcosa, per tentare la fortuna (cosa alla quale lui crede tanto come al suo contrario, senza invece farsi un esame di coscienza su come gestisca i rapporti con le persone), sostituzioni quindi più per correr l’alea, che per cognizione di causa. Ad esempio, è stata mancanza di buon senso, sostituire un Donnarumma (che qualcosa ha dimostrato nella sua carriera) per un Fridjonsson che, con tutto il bene che gli si possa volere, ad oggi, non può avere lo stesso spirito battagliero e di appartenenza maturato da Alfredo (e lo stesso Clotet ha recentemente scritto che ogni partita è una battaglia) in anni di Brescia e in generale di serie B. Gastaldello, lasciato libero, senza sentire il fiato sul collo, senza l’assillo di un confusionario e despota deus ex machina sceso dalla tribuna a tallonarlo, forse, con metodo proprio, l’avrebbe pareggiata come peraltro già fece all’andata a Cremona per ben due volte. Cellino che parla di ambiente negativo (che non si rende conto d’aver creato lui stesso) e nella convinzione che tutto il mondo sia contro di lui, deve immolarsi a martire in ogni ambito (ora scende anche in campo), per offrire al suo ego la sentenza “ho fatto tutto quello che c’era da fare”. Una cosa fondamentale però non l’ha mai fatta, la cosa più importante, rispettare le persone, farsi da parte e fidarsi del lavoro degli altri, come magari di un allenatore valido e di carattere una volta; certo, costa un po’ di più, ma quanto costano 10 allenatori con 13 avvicendamenti in 2 anni e mezzo? Ora poi, non potrebbe più farlo, è troppo tardi, chi vorrebbe avere a che fare con un personaggio simile? Con tutto questo, ora scende pure nell’agone dell’arena, a creare ancora più danno e confusione, a portare ingerenza nelle competenze che appartengono ad altri, scende dall’alto dell’anfiteatro per regalare al proscenio una patetica teatralità degna delle migliori rappresentazione di una tragedia greca. La sua carriera da presidente di calcio, è da ormai tanto tempo ai titoli di coda, ma il suo ego non vuole accettarlo, e nel suo delirio e nel suo declino personale, sta trascinando con sé, nel baratro, pure il Brescia calcio, ed in questo suo incedere agonizzante, ha pure la ferocia e l’arroganza di imporre il bavaglio della censura dittatoriale e dell’intolleranza, ai giornalisti, e a ergersi censore dei comportamenti del pubblico bresciano. È scomparso dai radar un giornalista “nostrano” dopo un diverbio con uno dei suoi uomini. E se questa uscita di scena del “nostro” giornalista non sia avvenuta per motivi personali ma invece sia in qualche modo legata a quanto accaduto dopo Bs-Cittadella? Questo forse, non lo sapremo mai. A Chiavari, indossando chitone e calzando coturni, che sieda in panchina al posto di Clotet-Gastaldello come la scenografia di una tragedia greca e il suo narcisismo impongono.
Commento di alexxx del 21/02/2021 09:11:07
Bravo Yllana76! Questa è la sacra verità. Tutto il resto sono cagate. Quest'uomo va cacciato, ci ha potato alla rovina!
Commento di Rolfo del 21/02/2021 08:42:48
Bachini, sono cose normali che diciamo noi due e altri 10.000 tifosi da almeno un anno un centrale dietro e in mezzo, il problema è sempre chi comanda, cosa pensate che Perinetti e tutti i DS che sono passati compresi i 10 allenatori è un centinaio di tecnici dello staff non la pensano allo stesso modo? Questa squadra comunque poteva tranquillamente fare un campionato discreto purtroppo i continui cambi hanno distrutto anche quello poco che c’era di buono, io questa squadra l’ho vista giocare bene solo con Gastaldello, anche ieri si è capito che con questo modulo di Pep se una squadra si mette dietro non segnamo un gol nemmeno in 10 partite nessuno che tenta di saltare l’uomo Pajac ha fatto una miriade di passaggi indietro ai centrali di difesa, dopo la vittoria sul Chievo ero fiducioso sulla permanenza in B ma ora anche le vicende extra calcistiche potrebbero avere ripercussioni speriamo di vincere la prossima tornare sconfitti con l’Entella sarebbe la fine incrociamo le dita
Commento di bachiniwasthebest del 20/02/2021 23:53:48
ho abbandonato la visione a venti minuti dalla fine, con mezz'ora da giocare, almeno un pò di animus pugnandi, invece animo da pugnette, allucinante, non hanno il dna da lotta, alla prima difficoltà crollano, invece di far finta di cercare il trequartista, magari visto che l'obiettivo era salvarsi, comprare un centrale e un mediano old style no? Vediamo dopo le prossime due partite, ma quà si rischia la discesa all'inferno, ma io chiedo, era cosi difficile, prendere un mediano e un centrale a gennaio, italiani con esperienza in b?
Commento di Maverik del 20/02/2021 23:21:52
Presto gli sequestreranno tutto , compreso il Bresciacalcio , che andrà all’asta . Qualcuno lo comprera’ . Tanto peggio di così c’è solo il fallimento e la serie D .
Commento di Yllana76 del 20/02/2021 22:56:12
...proverei a riconsiderare i ruoli..chi è mediocre qui? Noi o il sardo?
Commento di Yllana76 del 20/02/2021 22:54:40
Perché lamentarsi.....è solamente la 35esima sconfitta nellultimo campionato e mezzo....35 sconfitte nelle ultime 62 partite! Questo signore di Cagliari un anno fa disse che la tifoseria bresciana era mediocre, abituata alla mediocrità..
Registrati o Accedi per lasciare il tuo commento.   
Nel nostro archivio: News
News» V.ENTELLA-BRESCIA: LE NOSTRE PROBABILI FORMAZIONI
autore: Redazione il 26/02/2021
News» BRESCIA, I CONVOCATI PER CHIAVARI
autore: Redazione il 26/02/2021
News» V.ENTELLA-BRESCIA: ARBITRA FOURNEAU
autore: Redazione il 25/02/2021
News» MISTER CLOTET: 'MENTALITA' SEMPRE RIVOLTA AI TRE PUNTI'
autore: Redazione il 25/02/2021
News» DAL CAMPO: DONNARUMMA IN GRUPPO. TRE BALLOTTAGGI PER CHIAVARI
autore: Redazione il 25/02/2021
00
00
00
00
25^ giornata - V.ENTELLA-BRESCIA
CLASSIFICA
Empoli 45
Monza 42
Salernitana 41
Venezia 41
Chievo 39
Cittadella 39
Lecce 38
Spal 37
Frosinone 33
Pisa 32
Pordenone 32
Reggina 29
Reggiana 27
Vicenza 27
BRESCIA 26
Cremonese 26
Cosenza 23
Ascoli 21
Pescara 18
V.Entella 17
SONDAGGIO
instagramfacebook
Sei il visitatore n°:
Sono attualmente online:
15 utenti
BresciaInGol.com - redazione.bresciaingol@hotmail.com  Direttore Responsabile: Fabrizio Zanolini
Collaboratori:Angela Scaramuzza, Alessandro Zanolini (tecnico-grafico)
Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilitá di persone terze, non sono da attribuirsi all'autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Alcune immagini pubblicate sono tratte da internet: qualora il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi agli autori del sito che provvederanno alla loro pronta rimozione.

Edizioni Bresciaingol.com s.a.s. - email. redazione.bresciaingol@hotmail.com    P.iva e cod. fisc. 03391820986 - C.C.I.A.A. n°530263 - Registro Tribunale di Brescia n°58183

2011 © - All rights reserved | powered by dgb-develop.it